Incontri di Aiuto dopo nascita traumatica o parto cesareo

Incontri di Aiuto dopo nascita traumatica o parto cesareoOgni nascita è una sfida per la madre e il padre.
Dare alla luce un bambino e accompagnarlo in questo processo fondamentale è un vissuto che si desidera tutti affrontare colmi di grande gioia e di profonda emozione. 
La natura nel suo processo di autoregolazione vitale ci predispone a questo.Nel corpo sono liberate una grande quantità di endorfine, ossitocina e prolattina per aiutare la persona nell'esperienza di nascita e per rafforzare la costruzione di legami affettivi.

Tuttavia, poiché interventi medici e chirurgici durante il parto sono frequentemente adottati, queste risorse naturali sono spesso indebolite.

Momento della nascitaNel caso in cui la nascita abbia comportato delle complicazioni il
Pronto Soccorso Emozionale offre aiuto per attivare le risorse proprie del corpo, per rafforzare la forza del legame tra madre e bambino e ridurre lo stress che può perdurare per settimane e mesi dopo l’evento del parto.

Se in una madre o in un padre sono presenti sintomi di reazione post-traumatica, come l'insonnia, ansia, perdita di appetito, irrequietezza, quando ogni pensiero alla nascita è evitato o scatena forti emozioni, un trattamento tempestivo di stabilizzazione è altamente raccomandato.Anche in molti disturbi del sonno dei bambini le esperienze traumatiche della nascita hanno un ruolo significativo.

Consulenza Emozionale

In un ambiente relazionale ben protetto, in piccoli passi ci avviciniamo alla esperienza della nascita, in modo da consentire che questa possa essere ri-elaborata in modo sostenibile ed essere così “digeribile", acquisendo nuove prospettive e partecipando attivamente alla riconnessione con il processo di nascita che nell’evento traumatico è stato interrotto e la cui dimensione di continuità non poteva essere completata.

Con il preciso accompagnamento terapeutico, l'auto-connessione ottenuta viene mantenuta costantemente, per cui è evitata l’esperienza di un nuovo sovraccarico e della conseguente disconnessione traumatica. Gli eventi possono in questo modo essere trattati e conservati in una maniera differente e più conciliante.

All'inizio del trattamento è spesso utile per la madre, in un primo momento, lavorare da sola; successivamente con il bambino e anche se possibile con il partner, al fine di sviluppare un forte campo di legame familiare dopo un inizio difficile.

Contatto: Beatrice Casavecchia
Cell. 340 2796389

scroll back to top